domenica 22 gennaio 2017

oggi è domenica: Gnocchi

«...mi importa davvero poco che i suoi vertici decidano di buttarsi nelle mani di Bergoglio e della chiesa anticristica che il vescovo di Roma rappresenta...»:

http://www.riscossacristiana.it/fm160117/


Promemoria: per i ge-suini, come sempre, Lutero e sant'Ignazio hanno la stessa dignità:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/01/gesuiti-viennesi-lutero-e-ignazio.html

giovedì 19 gennaio 2017

il business dell'accoglienza e una domanda che nessuno pone

«Parliamo di 2mila persone cui il governo vuole dare un tetto sulla testa ma che si rifiutano, perché non vogliono farsi identificare? ... Preferiscono morire che farsi identificare?
...
Ma si mettano l’animo in pace, perché dopo aver deciso di cacciare dal suo Paese proprio tutte le ong legate alla Open Society Foundation di George Soros, vere centrali operative dell’immigrazionismo di massa, l’Ungheria di Viktor Orban assesta un nuovo schiaffo all’ipocrisia dell’Unione europea e annuncia che metterà in detenzione tutti i migranti, anche quelli che chiedono legittimamente asilo...»

http://www.rischiocalcolato.it/2017/01/oggi-la-giornata-del-migrante-quindi-smontiano-un-po-falsi-miti-belgrado-ai-fan-della-bhutto.html


Vedi anche la foto pubblicata qui:

http://kelebeklerblog.com/2017/01/19/pane-al-pane/

martedì 17 gennaio 2017

Bontempi

"Anche in architettura il modernismo nuoce all'uomo".
 
Una lezione di architettura del grande Pier Carlo Bontempi (vedi video qui sotto): vale la pena seguire almeno i primi due minuti, anche se è interessantissimo fino all'ultimo secondo:



p.s.: “Non auspico un ritorno al passato tout-court, ma al buon senso che lo animava“ (Carlo Petrini): sembra un motto tradizionalista.

giovedì 12 gennaio 2017

ancora i Fratelli Maggiori

Un certo Lorefice, non si capisce come e perché successore degli Apostoli, dona una chiesa diocesana ai Fratelli Maggiori e corre in Israele a mietere qualche applauso:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/01/si-trova-sempre-un-posto-per-tutti.html

mercoledì 11 gennaio 2017

“the work of the devil“

Gli errori dell'Amoris Laetitia sono «opera del demonio»:

http://www.marcotosatti.com/2017/01/11/burke-la-correzione-ci-sara-confusione-e-divisione-di-al-sono-opera-del-demonio-bisogna-rimediare/


Figuracce del bergoglismo ignorante e vendicativo: l'asettico comunicato dell'Ordine di Malta che mette i puntini su tutte le “i” e spiega perché è costretto a infischiarsene altamente della commissione vaticana:

https://www.orderofmalta.int/it/2017/01/10/dichiarazione-del-gran-magistero-2/


«Edgardo Levi Mortara fu un ebreo, nato nello Stato Pontificio sotto il regno del beato Pio IX, cui capitò una sorte particolare, alla quale però egli rispose in maniera inaspettata e assolutamente non gradita dai suoi ambienti di origine e dal mondo dei poteri forti e “mediatici” del tempo (e di oggi)». Il regista ebreo Spielberg - notoriamente a corto di sceneggiature - ha deciso di aggiungersi a quanti vogliono riscrivere a modo loro la storia:

http://www.ilgiudiziocattolico.com/1/347/un-classico-esempio-di-ideologizzazione-delle-masse-il-caso-mortara-diventa-film.html

martedì 10 gennaio 2017

indizi per capire una mentalità

Articolo di Blo... no, non è Blondet, è il Corriere della Sera:
L’ambasciatore di Israele nel Regno Unito si è scusato dopo la diffusione di un video in cui un membro del suo staff, segretamente filmato, complotta contro Sir Alan Duncan, ministro di Stato britannico per gli affari esteri. A parlare è un funzionario ed esperto di intelligence dell’ambasciata di Israele a Londra, Shai Masot, mentre beve un bicchiere di vino rosso in un ristorante di Londra: spiega agli interlocutori — Maria Strizzolo, una consulente del ministro dell’Istruzione Robert Halfon, ex direttore del gruppo «Conservative Friends of Israel», e un reporter sotto copertura — che Sir Alan sta creando «molti problemi». E’ stato realizzato nell’ottobre 2016, ed è parte di un più ampio documentario della tv «Al Jazeera». Masot chiede: «Posso darti alcuni nomi di parlamentari che bisognerebbe rimuovere?». Strizzolo risponde che tutti «hanno qualcosa da nascondere» e lui replica: «Il vice ministro degli Esteri».
Ne parla anche il Daily Mail, con tanto di foto e video che non conviene guardare per evitare di pensare ad atteggiamenti «sempre più padronali»:

http://www.dailymail.co.uk/news/article-4098970/Ambassador-issues-grovelling-apology-Israel-plot-Tory-minister-Diplomat-caught-video-conspiring-smear-UK-minister-end-contract-Israeli-embassy.html

lunedì 9 gennaio 2017

per la barba del profeta! poi dicono che uno s'incazza

Aeroporto di Milano Malpensa: «meglio la Mecca che Loreto!» - Per la barba del profeta!! È stata sfrattata la Beatissima Vergine per far posto ai muslim:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/01/malpensa-cappella-madonna-di-loreto.html


Ma cosa ne penserà il cardinale di Milano don Abbondio Scola? No, meglio non chiederglielo: dal suo sito web ufficiale leggiamo i suoi auguri per il Santo Mese di Ramadan inviati ai fedeli ogni anno:

...il vostro santo mese di Ramadan accade mentre la nostra comunità cattolica sta vivendo un anno speciale, il Giubileo della Misericordia... Ci sentiamo perciò particolarmente in sintonia e a voi vicini, mentre vivete il santo mese di Ramadan... Ci sentiamo molto vicini a voi, che in questo santo mese state invocando con ancora più grande intensità la misericordia e la compassione, come recitano i primi due dei santi nomi di Dio...

domenica 8 gennaio 2017

le babbucce di Allah



Nel 1949 Jacovitti disegnò a puntate su Il Vittorioso la spassosa storia Le Babbucce di Allah, in cui nel paradiso musulmano compare non solo un simpatico Maometto ma lo stesso Allah, entrambi curiosamente occhialuti. La raffigurazione del dio islamico e del suo profeta è bonaria e immersa in candide atmosfere per ragazzi, coi testi interamente in rima scritti da Beppe Costa in stile simile alle filastrocche del Corriere dei Piccoli ma estesi anche ai balloons. [...] Nonostante il fatto, quasi provocatorio e inaudito per un giornale cattolico come Il Vittorioso, che qui si vedano regnare in paradiso il dio e il profeta islamici invece di quelli cristiani (con la parte dei cattivi riservata a diavoli e ladroni che di arabo hanno ben poco), anche questa caricatura di Maometto, benché tutto sommato abbastanza rispettosa, difficilmente potrebbe essere accettata dai Musulmani osservanti. Eppure dopo la sua prima edizione in album nel 1950 negli Albi del Vittorioso (serie di Giraffone n°23) e la sua ristampa amatoriale nel 1975, sul n°57 degli Albi dell’Avventura di Camillo Conti, Le Babbucce di Allah è apparsa nuovamente nel 2011, in una bella antologia jacovittiana di Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri dal titolo Pirati, Briganti e Carambate, senza che in apparenza nessun fedele dell’Islam abbia mostrato di essersene accorto o di essersi sentito offeso.
(da: Dimeweb)

sabato 7 gennaio 2017

terrore rosso

Striscione esposto dai rivoluzionari leninisti di Pietrogrado (San Pietroburgo) del "governo dei soviet":

Morte alla borghesia
e ai suoi scagnozzi
💀
Lunga vita al
terrore rosso



(tratto da Blondet)

venerdì 6 gennaio 2017

la giustizia ecclesiale si adegua a quella "del mondo"... indovinate su cosa

In un articolo di The Week si ipotizza che Francesco I, pur avendo "tuonato" una decina di giorni fa contro gli abusi sessuali da parte del clero, stia per azzerare anche le misure volute da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI che, sottraendo alla Congregazione per il Clero i casi degli abusi sessuali e trasferendoli alla Congregazione per la Dottrina della Fede, aveva ottenuto un largo aumento di "spretati" dal 2001 ad oggi.

Traduco un paragrafo:
Sono mesi che a Roma corrono voci su tale riforma. E non delle più allegre. Papa Francesco e i suoi cardinali alleati hanno notoriamente inderferito con le decisioni della CDF sui casi di abusi. Questo intervento è diventato così frequente al sistema che ormai in Vaticano i casi di abusi da parte del clero vengono distinti in due categorie. La prima è colpevole o innocente. La seconda è "con cardinali amici" o "senza cardinali amici".

giovedì 5 gennaio 2017

piccolo promemoria sui lefebvriani

Il vescovo Schneider invita il capo dei lefebvriani Fellay a non rinviare ulteriormente l'accordo col Vaticano per il riconoscimento ufficiale:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/01/mons-schneider-ho-chiesto-mons-fellay.html


Il problema è che tale accordo contraddice le pubbliche e inequivoche premesse del Lefebvre stesso, per cui o si tradisce quest'ultimo o si tradisce l'accordo:

https://opportuneimportune.blogspot.com/2017/01/dubia-alle-esternazioni-di-mons.html


Il riconoscimento vaticano della FSSPX, in altre parole, consiste nel trasformare di fatto quest'ultima in uno dei tanti "movimenti ecclesiali" (al pari di azione caotica e neurocatecumenali, per dire), cioè ridurla ad una "riserva indiana" (automaticamente degradata: dopotutto ce lo chiedono i Fratelli Maggiori) a cui rifilare chiunque sia sospettato di avere la fissa di latino, talari, ferraioli e manipoli.

Viste le purghe fellayane in corso da diversi anni a questa parte (che si accompagnano all'autoriduzione della FSSPX a club autoreferenziale bisognoso di costose strategie professionali di marketing) il sottoscritto è convinto che l'accordo si farà comunque, ingrandendo - con grande allegria dei modernisti - quella spaccatura creata dalle purghe stesse.

lunedì 2 gennaio 2017

per non dimenticare

Citazione:
«Naturalmente – dice con impazienza Bergoglio – nella Chiesa è necessaria una unità di dottrina e di prassi, ma ciò non impedisce che esistano diversi modi di interpretare alcuni aspetti della dottrina o alcune conseguenze che da essa derivano. Questo succederà fino a quando lo Spirito ci farà giungere alla verità completa».
Quei diversi modi vengono incensati non come un errore da estirpare ma come una legittima posizione meritevole di cittadinanza "fino a quando lo Spirito bla bla bla":

http://www.maurizioblondet.it/ritratto-bergoglio-paleo-marxista/


«Nell’Amoris Laetitia tu affermi qualcosa che contrasta direttamente con la dottrina: lo confermi o vuoi correggerti?»

https://opportuneimportune.blogspot.com/2016/12/dubia-glosse-ad-un-articolo-di-radio.html

domenica 1 gennaio 2017

segni dei tempi dal mondo laico

Don Giussani diceva che il prete deve avere sul comodino "il breviario e il giornale". Probabilmente erano i tempi in cui non esisteva ancora il proficuo business delle panzane: siccome le strisciate pubblicitarie che vedete quando navigate l'internet producono soldi (anche quando non vengono cliccate) allora diventa economicamente conveniente fabbricare notizie fasulle ma invitanti che vengono "condivise" milioni di volte:

https://attivissimo.blogspot.com/2016/12/il-cinico-business-delle-bufale-prima.html


La Chiesa Cattolica ha letteralmente inventato il marketing: popolarità, display, logotipi, campagne promozionali...

http://www.conciliovaticanosecondo.it/in-rete/chiesa-e-marketing-vince-la-tradizione/


Non è più una barzelletta: in gran parte delle autovetture "sportiveggianti" attualmente in circolazione ci sono accorgimenti per rendere il rumore del motore più brioso, sia passivi (come le marmitte con tubi aggiuntivi calibrati per "risuonare" più del necessario), sia attivi (come il sintetizzatore sonoro digitale che produce nell'abitacolo rimbombi proporzionali a quanto stai pigiando l'acceleratore):

http://hackaday.com/2016/12/05/sporty-cars-making-fake-engine-noise/


Nell'epoca delle "truffe elettroniche" vanno sempre forte le carte d'identità false. Specialmente italiane, rubabili a piacere (e con una carta d'identità falsa è possibile aprire conti bancari, attivare numeri di telefono e tanto altro). Articoletto allucinante:

http://www.ebayabuse.com/made-in-italy-il-kit-del-truffatore/


Pagine di storia: da dove è cominciata la crisi economica italiana:

http://www.libreidee.org/2013/05/italia-potenza-scomoda-dovevamo-morire-ecco-come/


C'è un satanismo approvato, e uno non approvato:

http://www.maurizioblondet.it/introvigne-riabilita-la-abramovic-papa-francesco-giuda/


La "liberazione" sessuale ha reso più libero l'uomo, non la donna:

http://www.maurizioblondet.it/vantaggi-dellandare-vergini-alle-nozze-anche-socio-economici/


La modernità, instancabile fabbrica di ossimori: "dignità di prostituzione":