domenica 24 settembre 2017

correzione filiale a papa Bergoglio

Contro sette eresie bergogliane, e visto che la correzione formale ancora non arriva, ecco il documento (reso pubblico oggi ma inviato a Bergoglio un mese e mezzo fa):

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/09/correctio-filialis-de-haeresibus.html


Testo in più lingue sul sito ufficiale Correctio Filialis de Haeresibus Propagatis:

http://www.correctiofilialis.org/it/


Non credo nella bontà delle petizioni on-line, ma se proprio qualcuno ci tiene...

https://www.change.org/p/pope-francis-support-by-the-catholic-laity-for-the-filial-correction-of-pope-francis

sabato 23 settembre 2017

non lo comprerò

Ebbene, sul liquorino c'era questa etichetta:


Chiaramente il rabbino non avrà concesso gratis la sua "supervisione" (e naturalmente la tariffa varierà a seconda dell'importanza del rabbino).

Dunque una parte non irrilevante del costo del prodotto è dovuta non a produzione/spedizione/promozione, ma al fatto di essere compatibile con le esigenze di una particolare nicchia di acquirenti (lo zero virgola sei per mille della popolazione, stando alle loro stesse statistiche).

venerdì 22 settembre 2017

«i vertici di CL non sono più cristiani»

Sulla demolizione di CL del kasperismo carroniano, e sull'autoriduzione delle scuole di comunità a safe spaces per i sempre più anziani snowflakes:

http://www.campariedemaistre.com/2017/09/la-demolizione-di-comunione-e.html


Rispetto all'articolo vorrei solo far notare che don Giussani ha fatto leva sui paroloni in voga all'epoca e che ha minato quell'idea modernista di fede come risposta a una "pulsione spirituale dell'uomo" affermando che tale pulsione è costitutiva dell'uomo, cioè è inevitabile conseguenza, non eventuale premessa.


p.s.: l'episodio del Meeting di Rimini 2016 in cui i ciellini nascondono la Madonna è ricordato qui:

https://labaionetta.blogspot.com/2016/08/lettera-dal-fronte-supplica-per-la.html

giovedì 21 settembre 2017

la nuova Magna Charta

Prosegue la demolizione della famiglia e del matrimonio. Dopo l'Amoris Laetitia ecco la Summae Familiae Destructio Cura. L’arcivescovo Vincenzo Paglia, in Sala stampa, durante la presentazione del motu proprio ha detto testualmente: «L’Amoris Laetitia diventa la nuova Magna Charta»:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/09/summa-familiae-cura-e-una-risposta-ai.html


"Sono una sentinella, sono un guardiano, sono uno che ha ricevuto da Gesù l'ordine di farlo":

https://www.radiospada.org/2017/09/come-rispondere-quando-dicono-chi-sono-io-per-giudicare/


Resoconto del convegno Summorum Pontificum 2017:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/09/convegno-summorum-pontificum-roma.html

lunedì 18 settembre 2017

narcisismo malignante

Proseguono gli articoli sul Bergoglio:

http://www.maurizioblondet.it/bergoglio-carriera-le-sue-macerie-2/


L'articolo mi ha fatto ricordare un certo prete diocesano del sud che facendo le stesse cose (ammaliando giovani con la sua parlantina brillante e sospirante e fabbricando false vocazioni, gran parte delle quali è fallita poco prima o poco dopo il sacerdozio, e boicottando con diabolica perseveranza le vocazioni che non lo ritenevano un santo infallibile) e nonostante qualche denuncia per plagio, è diventato vescovo ed aspira a fare ulteriore carriera. Ed al pari del giovin Bergoglio, dopo anni che è stato promoveatur ut amoveatur continua a comandare sulla sua diocesi di provenienza grazie alla quinta colonna dei suoi fedelissimi sostenitori nel clero da lui formato (riconoscibile nella definizione di «yes-men, sicofanti, adulatori e delatori»).

sabato 16 settembre 2017

comico: il Credo Bergogliano

Un referto clinico sul disturbo narcisista del Bergoglio scritto da lui stesso prima di accedere al sacerdozio. Sprizza gesuitismo da ogni poro. Sembra di stare in un seminario diocesano negli anni '80-'90...

Il disturbo però giova alla carriera:

http://www.maurizioblondet.it/credo-bergoglio-un-referto-clinico/

Voglio credere in Dio Padre, che mi ama come un figlio, e in Gesù, il Signore, che ha infuso il suo Spirito nella mia vita per farmi sorridere e portarmi così nel regno della vita eterna.
Credo nella mia storia, permeata dallo sguardo benevolo di Dio, che nel primo giorno di primavera, il 21 settembre, mi è venuto incontro e mi ha invitato a seguirlo.
Credo nel mio dolore, infecondo per colpa dell’egoismo, in cui mi rifugio.
Credo nella meschinità della mia anima, che vuole prendere senza mai dare … senza mai dare.
Credo che gli altri sono buoni, e che devo amarli senza timore, e senza mai tradirli per cercare una sicurezza per me.
Credo nella vita religiosa.
Credo che voglio amare molto.
Credo nella morte quotidiana, ardente, alla quale sfuggo ma che mi sorride invitandomi ad accettarla.
Credo nella pazienza di Dio, accogliente, dolce come una notte estiva.
Credo che papà sia in cielo accanto al Signore.
Credo che anche padre Duarte, mio confessore, sia in cielo, a intercedere per il mio sacerdozio.
Credo in Maria, mia madre, che mi ama e non mi lascerà mai solo. E attendo la sorpresa di ogni giorno in cui si manifesterà l’amore, la forza, il tradimento e il peccato, che mi accompagneranno fino all’incontro definitivo con quel viso, meraviglioso che non so come sia, che sfuggo in continuazione, ma che voglio conoscere e amare. Amen.

giovedì 14 settembre 2017

altre segnalazioni

Poverini poverelli: i satanisti lamentano che il «consenso informato» sull'aborto impedirebbe la loro «libertà religiosa»:

https://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/aborto-e-satanismo-cuciti-a-filo-doppio/


La Grecia si papperà Costantinopoli, l'Europa guidata da un ebreo si farà massacrare dalla Russia, e disastri naturali ridurranno l'America da superpotenza a mini-micro-potenza:

http://www.maurizioblondet.it/credere-ai-veggenti-oppure-ai-non-vedenti/


La FSSPX allegramente tra le braccia di Bergoglio:

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV2124_Kilmot_Colpo_da_maestro_di_Francesco.html

martedì 12 settembre 2017

eutanasia volontaria di Cielle

Notizie dal CLU (Comunione e Liberazione Universitari) del Poli:
la Cielle bergogliona rinnega don Giussani e san Pampuri.

Immagine proibita:
impedisce l'avviamento di processi
nelle aule universitarie
Alla scuola di comunità di venerdì scorso il capo del CLU del Politecnico di Milano in una memorabile supercazzola in ciellinese moderno ha detto che ci si è chiesti se l'interfacoltà (un gruppo di aule del Poli, da diversi decenni "molto caratterizzate" dalla presenza di studenti ciellini, volantoni ciellini, armadietti ciellini, ecc.) fosse stata "troppo caratterizzata" piuttosto che "un posto per tutti".

Pertanto, senza che nessuno esterno a Cielle l'abbia ufficialmente richiesto, allo scopo di rendere quelle aule "sempre più per tutti" il capo del CLU - in sintonia con l'equipe superiore di Cielle - ha chiesto al rettore di ristrutturarle.

E per far capire a quest'ultimo la propria "disponibilità" ha fatto già togliere le numerose immagini di don Giussani e san Riccardo Pampuri che erano lì ab immemorabili, contestualmente eliminando gli "armadietti ciellini".

In pratica i ciellini devono neutralizzarsi però dicendo che ciò non sarebbe un neutralizzarsi e che non sarebbe un fingere di non esserci. Questo ritirarsi, insieme alla furia iconoclasta, sarebbe - stando al capo del CLU del Poli - un "facilitare il rapporto con l'altro". E poi, come ha detto don Pino all'equipe senza ottenere neppure una pernacchia, occorre "non possedere degli spazi ma avviare dei processi".

Spunti di riflessione, in ordine casuale:
  • c'è ancora qualche differenza tra la Cielle di oggi e la peggiore Azione Cattolica degli anni Settanta con la sua "scelta religiosa" e il suo linguaggio fumoso e astruso?
  • i ciellini cresciuti a pane, dialogo, "avviamento dei processi" e bergoglionate varie, lo sanno che fino a non troppi anni fa l'appartenenza al movimento faceva beccare sabotaggi, sprangate e molotov?
  • quando don Giussani diceva «mandateci in giro nudi ma lasciateci la libertà di educare», voleva per caso intendere «bisogna andare in giro nudi in modo da avviare dei processi»?
  • da quando in qua il «rapporto con l'altro» esige il nascondere la propria identità? (e di fingere di non star fingendo di nasconderla?)
  • il fondo comune del movimento, visto che il movimento ti censura don Giussani, merita ancora i tuoi soldi?

    se occorre "non possedere degli spazi ma avviare dei processi", il movimento dovrebbe subito sbarazzarsi degli immobili che possiede (tra cui ad esempio la sede di Milano, il centro internazionale di Roma, ecc.)

Nota importante: Nanni Moretti nel 1989 aveva già profetizzato come sarebbero diventati i ciellini di oggi:

lunedì 11 settembre 2017

segnalazioni

"Messa ecumenica", "preghiera eucaristica ecumenica", comunione ai protestanti (e perché ai testimoni di geova no? ah, "non ancora"?), transignificazione (cioè eresia)...

https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2017/09/09/spifferi-parte-xli-la-profanazione-delleucaristia-e-cominciata-ed-e-una-realta-nella-diocesi-di-torino-di-fra-cristoforo/


Promemoria: l'Omissis Bergoglio, in occasione dell'Ottobre Luterano, approva la Messa Fai-da-te
Mi vien da pensare che forse è proprio questo il modo più efficace (sebbene non il più intelligente) per far dissolvere il modernismo chiesastico postconciliare: lasciarlo libero di compiere il proprio programma affinché tutti possano trarre le conseguenze:
https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2017/09/09/con-un-motu-proprio-papa-francesco-modifica-il-canone-838-per-autorizzare-modifiche-locali-ai-testi-liturgici-di-finan-di-lindisfarne/


Omissis non si inginocchia (uh... e quale sarebbe la novità?).


https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/09/bergoglio-non-si-inginocchia.html


Quello che Caffarra non ha avuto il tempo di dire:

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/09/guai-se-la-memoria-della-chiesa-avesse.html
 
Oggi celebriamo i sedici anni dall'autoattentato delle Torri Gemelle (il drone sul pentagono non interessa più a nessuno, e ancor meno il finto aereo del presunto volo 93).


Postilla tragicomica: il turismo a Firenze:

http://kelebeklerblog.com/2017/09/09/giudizi-contro-constatazioni/

se i mafiosi sono scomunicati (dice Bergoglio!), le FARC sono narcotrafficanti e Bergoglio ne è amico ... che sia scomunicato (per associazione esterna di stampo mafioso) anche Bergoglio?

BERGOGLIO "IL MISERICORDIOSO" VOLA IN COLOMBIA PERCHE' SI SPALANCHINO LE BRACCIA ALLA PACE CON I TERRORISTI MA LUI CHIUDE LA PORTA IN FACCIA AI QUATTRO CARDINALI CATTOLICI
.
"Accogliamo ogni essere umano che ha commesso delitti", ha detto Bergoglio in Colombia riferendosi ai terroristi e narcotrafficanti delle Farc.
Il misericordioso Bergoglio vuole che si accolgano i peggiori delinquenti. Ma per il card. Caffarra e per gli altri tre cardinali lui ha sbarrato la porta rifiutandosi sia di rispondere alla loro lettera sia di riceverli.
Un muro invalicabile. Chiusura totale. Senza dare nessuna ragione e nessuna risposta.
Quei quattro cardinali sono cattolici e rappresentano il dolore di milioni di cattolici di fronte alle enormità contenute nell'Amoris laetitia. Verso i cattolici Bergoglio è implacabile. Alza un muro. E mette in moto pure una dura repressione.
Torniamo alla Colombia.
Il popolo colombiano aveva bocciato questo accordo nel referendum, ma il presidente Santos, d'ispirazione bergogliana, se n'è infischiato e Bergoglio è corso a dargli man forte.
L'ex presidente Álvaro Uribe Vélez, capo dell'opposizione al governo di Manuel Santos, aveva affermato in una intervista sulle Farc:
"È il gruppo narcoterrorista più grande del mondo, è il cartello della cocaina più grande del mondo (...) in Colombia non esiste un'insurrezione civile armata contro una dittatura militare, in Colombia abbiamo un narcoterrorismo contro lo Stato di Diritto di un paese democratico. Ma con questi accordi il governo colombiano ha accettato che il traffico di droga sia un reato politico. Quindi non ci sarà pena detentiva per loro, nemmeno l'estradizione. Inoltre gli concede legittimità politica totale".
Oggi, durante la visita di Bergoglio, Uribe ha scritto una lettera a lui dove spiega la sua opposizione:
«Santità, in molti siamo preoccupati per la crescita del narcotraffico, per la sua incidenza nell'aumento dell'uso di droghe da parte dei giovani e nella distruzione delle risorse ambientali. Mai ci siamo opposti alla pace però l'impunità totale ai responsabili di delitti atroci, la loro eleggibilità politica, l'autorizzazione legale che hanno rievuto per guadagnare denaro illecito nelle loro attività politiche, e altri punti, rappresentano un incentivo al crimine».
«Santità, siamo d'accordo nel trattare con generosità i guerriglieri di basso livello che compiono i loro impegni, un argomento che separiamo dalla totale impunità concessa ai capi».
«Santità – continua il capo dell'opposizione – l'economia colombiana si è deteriorata con un inevitabile impatto nel tessuto sociale. Noi crediamo nella necessità di avere un'impresa privata vigorosa e una politica sociale altrettanto vigorosa. E ci preoccupa che si sia deteriorata la fiducia degli investimenti privati, e l'accordo con le FARC crea incertezza. Tutti vogliamo la pace, ma la dobbiamo costruifre con la legalità, con determinazione per sanzionare la violenza che semina disperazione e ci allontana dalla parola di Dio».

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

venerdì 8 settembre 2017

giovedì 7 settembre 2017

Lorefice vuol far carriera

Sorgerà a Palermo una nuova sinagoga nei locali di un ex oratorio cattolico.

«A volerla, l'arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice», che ha concesso gratis la struttura ai Fratelli Maggiori.

Cosa vi aspettavate da un vescovo come questo?


http://www.palermotoday.it/cronaca/sinagoga-ebraica-palermo.html

mercoledì 6 settembre 2017

clericostalinismo: l'arcivescovo come la SIR

Proseguono le purghe del regime bergogliano (così come avvenne con l'agenzia SIR).

L'arcivescovo di Granada, tale Javier Martínez Fernández (segnatevi il nome, farà carriera) ha estromesso dall'Accademia Internazionale di Filosofia uno dei suoi fondatori, l'austriaco Josef Seifert, perché quest'ultimo ha supplicato il Papa di rivedere la perfida Amoris Laetitia facendone notare la logica perversa: se Dio concede un permesso di peccare agli adulteri allora può ben farlo per qualsiasi altro comandamento...

https://www.corrispondenzaromana.it/il-caso-seifert-chi-si-separa-dalla-chiesa/


Aggiornamento: la purga è avvenuta in modo «improvviso», naturalmente. Ma un certo Pezzo Grosso dice che questo clericostalinismo bergogliocentrico «provocherà qualcosa di inatteso»:

http://www.marcotosatti.com/2017/09/07/morte-di-caffarra-defenestrazione-di-seifert-due-amici-di-pezzo-grosso-un-ebreo-e-un-massone-commentano/