sabato 21 ottobre 2017

le cose che Avvenire non pubblica

Rabbino di New York in prigione per aver rubato cinque milioni di dollari ad un centro per bambini disabili:

https://www.haaretz.com/us-news/1.817781


Associazione neocatecumenale sfrutta il serbatoio di adesioni dal movimento Difendiamo i Nostri Figli per far credere che esiste una pietà popolare" verso l'eretica fondatrice dei neocatecumenali:

https://neocatecumenali.blogspot.it/2017/10/attenti-alle-cripto-neocatecumenali-le-pasionarie-di-carmen.html



https://opportuneimportune.blogspot.com/2017/10/unicuique-suum.html

venerdì 20 ottobre 2017

Nutella

Dunque, dal 2008 al 2014 l'uomo più ricco d'Italia era Michele Ferrero, quello della Nutella.

Era quello che andava a Lourdes ogni anno, quello che aveva fatto porre statue della Vergine Maria in ogni fabbrica Ferrero del mondo, e i Ferrero Rocher si chiamano così a causa della Rocher de Massabielle (la grotta di Lourdes).

«Il successo della Ferrero lo dobbiamo a Nostra Signora di Lourdes, senza la quale poco possiamo fare»:


http://www.catholicstand.com/michele-ferrero-mean-rich/


giovedì 19 ottobre 2017

Controcorrectio Leccapiedis

Visto il successone della Correctio Filialis, la tifoseria bergogliona s'è scatenata a lanciare una petizione a sostegno di Omissis. Si attende con impazienza la firma di Scalfari:

http://www.marcotosatti.com/2017/10/19/amoris-laetitia-petizione-a-favore-qualche-firma-e-imbarazzante-ce-anche-una-scomunicata/


Piccolo promemoria sul Bergoglio che dice che «non esiste un Dio cattolico»:

https://www.corrispondenzaromana.it/il-sottofondo-di-amoris-laetitia-dal-sic-et-non-al-gesu-fatto-diavolo/


Lutero (a sinistra), pronto per i festeggiamenti
dei 500 anni dell'eresia protestante

domenica 15 ottobre 2017

leggiamo il Vangelo

Dal Vangelo secondo Luca, capitolo 17:
[1] Disse ancora ai suoi discepoli: "È inevitabile che avvengano scandali, ma guai a colui per cui avvengono.

[2] È meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli.

[3] State attenti a voi stessi! Se un tuo fratello pecca, rimproveralo; ma se si pente, perdonagli.

[4] E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: Mi pento, tu gli perdonerai".
A quanto pare Nostro Signore Gesù Cristo:
  • non distingue tra peccato e peccatore: guai a colui...
  • condanna con adeguata severità: venga gettato in mare...
  • considera necessario il rimprovero: rimproveralo!
  • il perdono è subordinato al pentimento: se si pente... (se si pente)
Utile promemoria evangelico:

Gv 8,44: «...voi che avete per padre il diavolo, e volete compiere i desideri del padre vostro...»

Mt 23,33: «...Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna?...»

giovedì 12 ottobre 2017

"magari con una borsa differente, vi prego..."

Da tempo brancolavamo nel buio perché non capivamo la strana "crisi" di RadioSpada.

Ora è tutto chiaro: si appresta a diventare Famiglia Cristiana:

https://www.radiospada.org/2017/10/spadafashion-la-rubrica-semiseria-per-vestire-il-corpo-senza-perdere-lanima-il-rosa/


Fanno sbellicare in particolare le didascalie delle foto.


lunedì 9 ottobre 2017

notizie in sordina


Toh, ma guarda, tutto il baccano sul separatismo catalano è - per ammissione sui giornali dei Fratelli Maggiori - un buon affare per le banche israeliane... Altro che indipendenza dei popoli, altro che lingua català:

http://www.maurizioblondet.it/israele-sara-la-banca-della-catalogna/


Nel 2015 c'era stata un po' di maretta nello stato dell'Indiana (USA) perché la legge sul ripristino delle libertà religiose (Religious Freedom Restoration Act: RFRA) veniva ostacolata dai grossi nomi come Apple, Oracle, Paypal, Salesforce, EMC, Pivotal, Angie's List, perfino la NASCAR (organizzatrice di corse automobilistiche) e i Disciples of Christ (congregazione protestante che vanta mezzo milione di membri), oltre che naturalmente dai vari gruppi LGBT.

Secondo la RFRA (entrata in vigore il 26 marzo 2015 con 40 voti contro 10) le convinzioni religiose non possono essere usate per intaccare la propria difesa in tribunale. Effetto pratico: un commerciante poteva escludere dalla propria clientela coloro che offendono le sue convinzioni religiose (per esempio un pasticciere poteva non accettare l'ordine di una torta nuziale gay).

Il 2 aprile 2015 (una settimana dopo) entrò in vigore, per la firma dello stesso Mike Pence che aveva firmato la RFRA, una revisione della legge per vietare al commerciante di escludere il cliente in base alle convinzioni religiose di quest'ultimo (quindi la torta nuziale gay s'ha da fare e basta! vedi vignetta sotto) e per favorire i diritti LGBT, e le acque più o meno si calmarono.

https://www.theregister.co.uk/2015/04/02/indiana_religious_freedom_law/


Naturalmente i soliti LGBTQ$#@?& non intendono trovar pace finché non avranno annichilito la legge (e intanto si moltiplicano le loro manifestazioni nell'Indiana). Il Department of Justice americano ha appena emanato un memo di 20 punti "anti-discriminazione" contro lo stato dell'Indiana:

https://thinkprogress.org/trump-religious-freedom-f749a1c2e7a1/


Sorge quindi la domanda: vietare l'ingresso in chiesa o a scuola a chi è stato condannato per atrocità sessuali, sarà mica discriminazione o violazione della libertà religiosa? La risposta del legale è tipicamente farisaica: "hurr, durr, dipende se la chiesa appartiene alla scuola e se ci sono attività con bambini in età prescolare..."

https://www.theindianalawyer.com/articles/44849-does-barring-sex-offenders-from-church-violate-rfra

venerdì 6 ottobre 2017

Lenin ti vede!


URSS, 1963: matrimonio sovietico con rito civile e busto di Lenin (foto di un reporter americano incaricato di documentare la vita in Unione Sovietica).


Ufficio del direttore di un'azienda chimica a Krasnojarsk, nella Siberia centrale, 1993.




giovedì 5 ottobre 2017

tre articoli

Le uniche cose che tuttora mancano dopo la pubblicazione della Correctio Filialis... sono le argomentazioni contrarie. Ci ha provato Buttiglione con qualche acrobazia verbale:

https://www.corrispondenzaromana.it/correctio-filialis-un-primo-bilancio/


A proposito della famigerata Amoris Laetitia, per farsi un paio di risate:
Oltre ai brani di AL segnalati nella nostra Correctio filialis ce ne sono altri in materia di purezza che potrebbero suscitare a dir poco qualche perplessità, se non proprio scandalo, nei semplici: lo sdoganamento del concetto di «erotismo più sano» [AL 151]. – nell’ambito delle «prospettive pastorali», il suggerimento di stimolare i giovani sposi «a crearsi delle proprie abitudini», ad esempio «è buona cosa darsi sempre un bacio al mattino» [AL 226]. Noi sacerdoti dobbiamo dire agli sposi di darsi un bacio ogni mattino? e perché solo uno, o solo al mattino? Ma non si scade così nel ridicolo o addirittura nel morboso? Gli sposi non sanno già queste cose?
https://www.corrispondenzaromana.it/amoris-laetitia-verginita-consacrata-e-castita/


Come cura contro la stitichezza non c'è niente di meglio che un ampolloso articolo in cui compaiono titoli nobiliari praticamente ogni riga, sia pure per descrivere una conferenza che dalla Santa Sede tentarono di ostacolare in ogni modo:

https://www.corrispondenzaromana.it/un-esempio-di-resistenza-cattolica-la-principessa-pallavicini/

mercoledì 4 ottobre 2017

nemmeno una parola di condanna

Ripensateci, tutte le volte che qualcuno esige che la Chiesa chieda perdono (o addirittura debba risarcire) per il comportamento di qualcuno dei suoi membri...

A Las Vegas, la più grande strage con armi da fuoco nella storia statunitense.

Questa volta non si può nascondere l’evidenza: il massacratore è un COMMERCIALISTA.

Ma nemmeno una parola di condanna oggi sul sito del Consiglio Nazionale dei Commercialisti e degli Esperti Contabili.

martedì 3 ottobre 2017

fiammelle simulate

Certo che il santuario di Pompei è una chiesa davvero moderna che unisce la prevenzione degli improbabili incendi al perspicace utilizzo delle leggi della termodinamica: le candele virtuali (qui sotto fotografate nell'ex chiostro, alias Sala Confessioni) contengono sì una lampadina, ma lo scopo di questa è anche quello di generare calore tale da creare moti vorticosi e scombussolanti (legge dei gas perfetti: PV=nRT) per agitare la finta fiammella di materiale cartaceo:



lunedì 2 ottobre 2017

già, che c'entrano i Mohawk?


Torniellesche figuracce dei lacché di Casa Santa Marta:

https://cronicasdepapafrancisco.wordpress.com/2017/09/27/chi-sono-i-veri-papisti-i-bergogliosi-o-i-firmatari-della-correzione-filiale/


Finalmente RadioSpada pubblica un articolo sulla Correctio Filialis:

https://www.radiospada.org/2017/10/considerazioni-urgenti-sulla-correctio-filialis-de-haeresibus-propagatis/


Anche il matematico-fisico-teologo Strumia firma la Correctio Filialis:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/chiesa-ormai-divisa-e-protestantizzata-1447729.html 


Per la serie: "ma in che mani stiamo?" Una casa farmaceutica s'era assicurata un lucroso brevetto per un medicinale fino al 2024 ma per una legge stabilita nel 2011 il brevetto dev'essere discusso fra i contendenti per verificare l'eventuale esistenza di una prior art. Temendo di perdere sette anni di vacche grasse, la casa ha ufficialmente "regalato" i diritti alla tribù dei Mohawk (sottinteso: "generici prestanome") che, in qualità di ente sovrano, possono rifiutare la discussione sul brevetto. Quando la CNBC ha intervistato l'avvocato dei Mohawk e gli ha chiesto se in futuro sarebbero disponibili per altri accordi l'avvocato ha risposto presentando il suo numero di telefono e dicendo: "annotatevelo bene" (sottinteso: improvvisamente si sono drizzate le orecchie a eserciti di avvocati e tribù di "enti sovrani").

Sembrerebbe la solita patetica battaglia su diritti e brevetti. Praticamente è un ulteriore peggioramento della giungla farmaceutica dove conta non la salute ma solo l'essere i più forti e i più disposti a usare ogni più sporco trucco:

http://blogs.sciencemag.org/pipeline/archives/2017/09/11/allergan-pulls-a-fast-one

domenica 1 ottobre 2017

le autocertificazioni emotive (...e fisiologiche)


«...i militanti trans di Londra accusano le femministe di “indurre dei giovani trans a suicidarsi” mettendo in dubbio la loro autocertificazione come donne, per cui le femministe devono essere messe a tacere...»
La Terapia Universale postula che le insoddisfazioni abbiano tutte un’unica causa: esiste insomma un Unico Problema.
All’Unico Problema risponde un’Unica Soluzione.

La definizione esatta del Problema/Soluzione varia di anno in anno, ma il meccanismo è sempre uguale.
http://kelebeklerblog.com/2017/09/30/postmoderni-e-transmoderni/


p.s.: a proposito di "autocertificazione come donna", segnaliamo il video di uno spot pubblicitario che verrà presto accusato di transfobia.

sabato 30 settembre 2017

prima che la Correctio Filialis venga sepolta dalla cronaca...

In poco entusiastica attesa che la pigrizia mentale e le notizie di cronaca la facciano dimenticare, ecco una FAQ di mons. Antonio Livi a proposito della Correctio Filialis:

http://www.lanuovabq.it/it/correzione-al-papa-la-verita-che-i-lettori-meritano


Ed anche una breve FAQ a disposizione di chi andava dicendo che la Correctio sarebbe disubbidienza o non avrebbe "autorità" o "rilevanza":

https://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2017/09/per-autorita-e-non-per-giurisdizione.html


Oltre che le firme ufficiali sul sito Correctio Filialis, si moltiplicano anche le petizioni supplementari on-line, visto che cliccare su un sito non costa niente a nessuno e i cattolici sono notoriamente sfaticati:

- la petizione online di LifeSiteNews è firmabile qui:

https://lifepetitions.com/petition/petition-support-the-filial-correction-of-pope-francis-for-propagating-heresies


- l'altra petizione online è firmabile qui:

https://www.change.org/p/petition-support-by-the-catholic-laity-for-the-filial-correction-of-pope-francis


Ed ovviamente un filosofo mai sentito nominare ottiene i suoi quindici secondi di notorietà perché ha dei dubbi sulla Correctio:

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2017/09/29/anche-la-correctio-genera-dubia-il-commento-di-un-filosofo-del-diritto/


E siccome Bergoglio ha gesuiticamente dichiarato che Amoris Laetitia sarebbe nientemeno che un testo tomista... vediamo cosa ne pensa il Dottore Comune:

Senza parole!


Meglio rinfrescarsi le idee leggendo un poderoso studio dottrinale dei cappuccini di Morgon per rispondere alla domanda: possiamo accettare oggi un riconoscimento canonico da parte della Roma neomodernista?

http://www.unavox.it/Documenti/Doc1075_Studio_Dottrinale_Cappuccini_Morgon.html